DMP-BLOCK: Idea

L’idea di utilizzare il polistirolo (materiale leggero, ma
resistente, fatto al 98% di aria nella sua forma più comune, ma
comprimibile al punto da diventare molto compatto) per pareti
di tamponatura esterna o qualsiasi altro tipo di muratura in
edilizia, è stata testata ed applicata in più casi, dando risultati
soddisfacenti. Si è voluto fondere, in un’unica soluzione, le
capacità di resistenza meccanica del calcestruzzo con le capacità
di isolamento termico del polistirene. Ogni parete viene realizz-
ata con l’accoppiamento di blocchi (denominati “dmp-block”)
costituenti i casseri in EPS, provvisti di forature resistenti, atte a
ricevere il getto ed a portarlo a maturazione.
Il cassero “dmp-block” dopo il getto del calcestruzzo, restando
in opera, garantisce un elevato isolamento termico della parete
dovuta alla presenza di polistirene sulla superficie sia esterna
che interna della stessa. Utilizzando questa tecnologia, si è
potuto verificare con test appropriati il raggiungimento di
ottimi valori di trasmittanza U (anche di 0,127 [W/mqK]), per la
realizzazione di edifici ad energia quasi zero (NZEB), case in
classe A, passive ed active house.
Il sistema “dmp-block” risultando a tutti gli effetti una cassa-
forma coibentata per il contenimento del calcestruzzo, oltre a
garantire performance termiche, antisismiche ed acustiche
eccellenti, è ottimale anche in fase di costruzione, riducendo il
peso sulla struttura del 50%.
Infatti, consente di evitare alcune lavorazioni usuali nella realiz-
zazione di murature in cemento armato dove la struttura viene
realizzata con pannelli che, una volta ricevuto il getto, vengono
“scasserati” e solo successivamente preparati per l’applicazione
dell’isolamento a cappotto con l’uso di collanti e tasselli di
tenuta. Evitare queste lavorazioni con il “ sistema “dmp-block “,
si riducono del 50% i tempi di manodopera e di materiali in
eccesso, garantendo la facilità di tracce per predisposizione di
impianti elettrici e idrici. Grazie alla sua leggerezza di imballo
non si necessita di mezzi di sollevamento di grandi portate in
cantiere.

Perché dmp-block

• Riduzione dei consumi energetici sia d’estate che d’inverno.
Le normative nazionali e internazionali hanno introdotto importanti
innovazioni nell’utilizzo dei materiali da costruzione e nella richiesta
di prestazioni che più in generale, devono essere soddisfatte dagli
edifici. Questi precisi requisiti sono volti a garantire la riduzione dei
consumi e il benessere dell’utente finale.
Vengono così introdotti nuovi parametri quali la prestazione energe-
tica di una moderna abitazione, che si misura in base alla quantità
annua di energia effettivamente consumata.
Si è potuto verificare che l’elevato potere termo-isolante del
sistema “dmp-block”, permette di ridurre al minimo i consumi e nel
contempo permette di aumentare il benessere e confort interno
ad un involucro edilizio racchiuso da pareti in “dmp-block”. Detto
sistema, composto da almeno tre strati di polistirene riduce le
dispersioni ovvero isola bene l’involucro, minimizzando i consumi
energetici sia del riscaldamento che del raffreddamento.
• Riduzione inquinamento acustico
Il rumore era, sino a poco tempo fa, una delle fonti di inquinamento
più sottovalutate e meno controllate, solo da pochi anni è stato
riconosciuto come grave minaccia per la salute e per il benessere
psico-fisico della persona.
Si è potuto verificare che un edificio con pareti in “dmp-block”, è in
grado di garantire che le attività svolte al suo interno soddisfino
l’esigenza prioritaria del benessere uditivo.
Lo spazio abitativo è caratterizzato da un livello sonoro i cui valori
non superano i limiti massimi consentiti, oltre i quali non può
esistere il benessere.
• Predisposizione per attacco pannelli cartongesso o altro materiale
La presenza di connettori in lamiera zincata sui bordi esterni dei
blocchi tipo “dmp-block”, non solamente ha la funzione di intercon-
nettere i vari filari di blocchi sovrapposti, ma ha anche la funzione di
permettere il fissaggio alle pareti di idonee pannellature in carton-
gesso o di altro materiale. Detti connettori permettono anche di
fissare alle pareti di tompagnature esterna in blocchi tipo
“dmp-block”, anche pannellature REI.
• Rispetto normativa antisismica
Il sistema dmp-block”, testato dai nostri ingegneri rispetta le nuove
norme tecniche per le costruzioni degli edifici in zona sismica.
(Norme tecniche per le costruzioni D.M. 14 gennaio 2008 e relativa
circolare del 02 febbraio 2009 n° 617).
Lo stesso sistema permette di realizzare edifici con strutture a pareti
portanti in casserature tipo “dmp-block”, di polistirolo pronte per il
getto di calcestruzzo (anche armato). nel rispetto delle citate normative antisismiche e per tutti i livelli di pericolosità sismica.
In presenza di solai ipotizzati infinitamente rigidi nel proprio piano e
opportunamente collegati alle pareti portanti in c.a. con travi e
cordoli che assicurano anche un’azione di cerchiaggio dell’impal-
cato, la struttura assume un comportamento scatolare nei
confronti delle forze orizzontali che sollecitano l’edificio.
L’azione sismica viene assorbita principalmente dalle pareti disposte
nella direzione della stessa garantendo in questo modo un’elevata
resistenza e permettendo quindi di realizzare strutture anche in
zone con elevata sismicità.

Esempio di Muratura

Le proprietà termiche e il costo contenuto del polistirolo sono
alla base della scelta del sistema “dmp-block” nella realizzazi-
one di un opera muraria in campo edilizio.
Ponendo particolare attenzione alla sostenibilità ambientale
con conseguente notevole riduzione del consumo energetico
in un edificio ed incremento del comfort abitativo, ha realizz-
ato un blocco modulare in polistirolo (di varie dimensioni),
denominato “dmpblock”, provvisto di forature longitudinali,
idonee per il getto del calcestruzzo cementizio, da utilizzare
per pareti di tompagnatura esterna oltre che per tramezzature.
La resistenza all’acqua, la durevolezza e le sue proprietà
tecniche fanno del polistirolo un materiale adatto anche ad
attrezzare spazi esterni. Muri giardino, muri piscine, …: tutto
può essere fatto in polestirene. Versatilità e leggerezza
permettono di realizzare forme personalizzate di elementi
strutturali con l’utilizzo del sistema dmp-block” e le molteplici
possibilità di personalizzazione del materiale permettono alla
Di.Gi. Innovation srl di proporre alla propria clientela soluzioni uniche
e originali, lontane dalla serializzazione della produzione indus-
triale, ma a prezzi estremamente competitivi.

Scheda tecnica

Categorie: Uncategorized

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *